News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
22/12/2020 00.00 - Quotidiano Energia
Comunità energetiche, ecco le regole tecniche Gse

Predisposto Portale per l'invio di istanze preliminari di accesso al servizio. L'ad Moneta: "Ulteriore tassello verso la decarbonizzazione". Arrivano le Regole tecniche del Gse per l’autoconsumo collettivo e le comunità energetiche, in attuazione del decreto Mise che anticipa il recepimento della direttiva Red II. Dopo avere ottenuto il via libera Arera (con modifiche QE , il Gestore ha pubblicato sul sito il documento, che verrà illustrato in un webinar previsto questa mattina. Nelle Regole tecniche sono riportati i requisiti, le modalità di richiesta per l’accesso al servizio, lo schema di contratto standard, i criteri di calcolo e le tempistiche di erogazione dei contributi economici. Per i gruppi di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni che hanno già realizzato gruppi di autoconsumo collettivo o comunità energetiche, il Gse ha predisposto un modello di istanza preliminare semplificata di accesso al servizio, che già da oggi è possibile inviare tramite il nuovo Portale presente nell’area clienti del Gse. In questo modo, potrà essere garantito l’accesso agli incentivi, a partire dalla data di presentazione della richiesta preliminare. A tale data, la configurazione per la quale si richiede l'accesso al servizio dovrà già possedere tutti i requisiti previsti nelle Regole Tecniche e dovranno  già essere stati sottoscritti tutti i mandati al Soggetto Referente da parte dei clienti finali e produttori facenti parte o che rilevano ai fini della configurazione e, nel caso di gruppi di autoconsumatori e laddove ne ricorrano le circostanze, le liberatorie degli eventuali clienti finali non facenti parte della configurazione. A tal fine sono disponibili nell'area servizi-per-te/autoconsumo/gruppi-di-autoconsumatori-e-comunita-di-energia-rinnovabile/documenti i modelli di mandato al soggetto referente e di liberatoria in formato editabile, predisposti dal Gse. “La pubblicazione delle Regole tecniche e il nuovo Portale costituiscono un ulteriore tassello alla più ampia strategia avviata dal Gse che, attraverso il sostegno al territorio e ai Comuni, le consultazioni con le imprese e lo sviluppo di nuovi strumenti informatici come i simulatori, ha l’obiettivo di accompagnare il Paese nell’attuazione di quanto stabilito dall’Europa e dall’Italia con il Pniec, per rendere il processo di decarbonizzazione il più possibile solido ed efficace”, ha sottolineato in una nota l’amministratore delegato del Gse, Roberto Moneta.