News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
15/07/2021 17.35 - PUBLIC POLICY
RIFIUTI, ZOLEZZI (M5S): SERVONO IMPIANTI PREVENZIONE E RICICLO. NO INCENERITORI-2-

(Public Policy) - Roma, 15 lug - "Dal 2017 al 2019 la raccolta differenziata in Italia - ha proseguito Zolezzi - è salita dal 55% al 61% e l'incenerimento è sceso del 5% (da 9,9 milioni di tonnellate a 9,45 milioni di tonnellate) secondo i dati Ispra, mentre nel 2020 i rifiuti inceneriti sono ulteriormente diminuiti a seguito della crisi pandemica. Si iniziano a vedere anche i primi risultati dei decreti ministeriali cosiddetti 'End of waste' per il riciclo di specifici flussi di rifiuti approvati dall'allora ministro dell'Ambiente Sergio Costa: prodotti assorbenti per la persona, rifiuti da spazzamento stradale, pneumatici fuori uso, carta e cartone. E altri fra i 19 decreti 'End of waste' in corso di scrittura dovrebbero arrivare a conclusione a breve. Questo percorso porta a ipotizzare un dimezzamento dei rifiuti inceneriti al 2025 e un dimezzamento della tassa rifiuti, anche grazie al percorso verso la tariffa puntuale impostato da Arera, in virtù di cui il cittadino paga per i rifiuti che produce".

"Non ha dunque senso neanche la norma del decreto Semplificazioni che vorrebbe autorizzare in via semplificata gli impianti di gestione dei rifiuti a bruciare combustibile solido secondario (Css). Tanto più che proprio ieri, ieri in audizione sugli ecoreati in commissione Ecomafie, Legambiente ha affermato che le 'autorizzazioni semplificate' sono collegate in molti casi ad abusi e forme di legalità ai danni dell'ambiente e dei cittadini", ha poi concluso il deputato del M5s. (Public Policy)

@PPolicy_News

RED

151734 lug 2021