News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
03/06/2021 00.00 - Quotidiano Energia
DL Semplificazioni, procedure veloci anche nell’idrico

Iter facilitati per gli interventi su diga Foranea a Genova, diga Campolattaro in Campania e sistema idrico del Peschiera nel Lazio. Valore complessivo per oltre 1,5 miliardi di euro.
L’articolo 44 del DL Semplificazioni, pubblicato sulla G.U. n. 129 del 31 maggio e inviato alla Camera per la conversione, prevede procedure veloci su dieci opere definite di impatto rilevante, tra cui tre progetti nel settore idrico che cubano complessivamente oltre 1,5 miliardi di euro.
In particolare, è previsto che tutti i pareri e le autorizzazioni necessarie (Conferenza dei servizi, Via, verifica archeologica, dibattito pubblico) vengano acquisiti sul progetto di fattibilità tecnico-economica, per il quale il Consiglio superiore dei lavori pubblici definirà i contenuti essenziali. Inoltre, un comitato speciale all’interno del Consiglio indicherà eventuali modifiche o integrazioni al progetto che dovessero essere necessarie per rispettare le indicazioni contenute in pareri e autorizzazioni.
Per il settore idrico le opere interessate sono la realizzazione della nuova diga Foranea al porto di Genova, la potabilizzazione delle acque della diga Campolattaro in provincia di Benevento e la messa in sicurezza e l’ammodernamento del sistema idrico del Peschiera nel Lazio.
Nel primo caso si tratta di una struttura che sorgerà nel porto del capoluogo ligure per far transitare in sicurezza navi di grandi dimensioni e aumentare i traffici dell’area. L’investimento è stimato tra 1 e 1,3 miliardi di euro e il progetto, come annunciato a gennaio dal sindaco Marco Bucci, dovrebbe prevedere anche soluzioni integrative nel campo della generazione di energia da fonti rinnovabili. A febbraio, intanto, si è conclusa la fase di dibattito pubblico.
Lo scorso 8 maggio, invece, è scaduto il termine per la presentazione delle candidature a un avviso esplorativo “finalizzato a conoscere e selezionare gli operatori economici interessati a partecipare alla procedura negoziata per l’affidamento dei servizi di coordinamento progettuale, controllo qualità, direzione lavori, coordinamento della sicurezza e supporto tecnico e gestionale (attività di project management consultant - pmc) nell'ambito della progettazione e dell’appalto dei lavori per la realizzazione della nuova diga Foranea del porto di Genova”.
La seconda opera che beneficerà delle procedure veloci introdotte dal DL Semplificazioni è la diga di Campolattaro nel Sannio. L’obiettivo, spiega un comunicato della Provincia di Benevento, è “mettere in esercizio la diga – ultimata negli anni ’80 - grazie alla realizzazione di un impianto di potabilizzazione che non era mai stato progettato in tutti questi decenni” e che si occuperà di “85 milioni di metri cubi d'acqua raccolti nell'invaso in 7 chilometri quadrati”. Secondo l’ente campano “il programma costruttivo, che mobilita almeno 480 milioni di euro di investimenti”, avrà “una ricaduta straordinaria sul Pil” locale.
Più in generale, commenta il presidente della Regione Vincenzo De Luca, “l’obiettivo è realizzare la piena autonomia nelle forniture idriche dell’intera Campania, nell’ambito di un intervento per l’ambiente che possa collocarci all’avanguardia in Italia. È per noi una grande soddisfazione ritrovare compresa la diga tra le opere strategiche previste nel Semplificazioni. Faremo in modo che la progettazione e la realizzazione possano essere completate in tempi straordinari".
Infine la messa in sicurezza e l’ammodernamento del sistema idrico del Peschiera (Lazio). In questo caso l’elemento principale è il progetto con cui Acea intende realizzazione una seconda linea dell’acquedotto Peschiera-Capore, attivo dal 1938 e oggi a servizio dei cittadini di Roma. L’opera prevede una condotta da 27 km con annesso sistema di telecontrollo. Al momento non si conoscono ufficialmente i costi complessivi ma nel corso del Sustainability Day di Acea 2020 l’allora sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut parlò di “diverse centinaia di milioni di euro”.