AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
14/10/2021 - GAZZETTA DI MODENA
Hera lancia bond green per 500 milioni e fa il pieno di richieste

multiutility e finanza
Il Gruppo Hera ha lanciato con successo il suo primo bond del valore di 500 milioni di euro. Il prestito obbligazionario non convertibile ha riscontrato, infatti, grande interesse da parte degli investitori internazionali, che hanno effettuato sottoscrizioni per circa quattro volte superiori all' offerta. L' emissione si inserisce nella strategia di sostenibilità volta alla riduzione delle emissioni e al riciclo delle plastiche.Tra le prime realtà nel nostro Paese a emettere un sustainability-linked bond, la multiutility continua così a rappresentare un punto di riferimento per la finanza ESG a livello nazionale, con strumenti innovativi in grado di sostenerne l' impegno per uno sviluppo sostenibile e che incontrano al tempo stesso una crescente attenzione sul mercato. Hera è stata anche la prima società in Italia a emettere un green bond già nel 2014, seguito da una seconda obbligazione "verde" cinque anni dopo, e dal lancio, nel 2018, della prima linea di credito revolving ESG-linked.Il primo sustainability-linked bond di Hera segue la pubblicazione, lo scorso 6 ottobre, del Sustainability-Linked Financing Framework (SLFF), con il quale la multiutility ha rafforzato ulteriormente l' integrazione tra strategie finanziarie e attenzione alla sostenibilità, delineando le metriche applicabili a qualsiasi strumento finanziario. Il primo sustainability-linked bond di Hera è rimborsabile in 12 anni e mezzo. L' operazione ha visto una significativa partecipazione di investitori internazionali (Francia, Germania, Olanda e Gran Bretagna), in buona parte specializzati in prodotti di finanza sostenibile. La forte domanda, con sottoscrizioni per circa due miliardi di euro pari a quattro volte l' offerta, e la qualità degli ordini ricevuti hanno quindi permesso di fissare il prezzo a livelli eccellenti. Sarà pagata una cedola annuale a tasso fisso del 1%, mentre il rendimento al momento dell' emissione è pari a 1,077%. A partire dalla data di pagamento interessi del 2032, è previsto un eventuale step-up (aumento del tasso di interesse) nel caso in cui la società non dovesse raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di Green House Gas in tonnellate di CO2.