AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
06/05/2021 - MF
Asset Erg, in corsa Enel e A2A

i business idro e a gas piacciono anche a Iren, Total, Eph, Cva e ad alcuni fondi
A breve è attesa l' apertura della data room. Ancora da decidere se verrà avviato un doppio processo di vendita
Si scalda il processo di vendita degli asset idroelettrici e dell' impianto a gas di Erg. Il dossier, uno dei più importanti del settore, sta richiamando a sé un nutrito numero di player italiani e internazionali pronti a darsi battaglia per entrare in possesso dei business messi in vendita dal gruppo delle rinnovabili della famiglia Garrone. Secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza, sul tavolo degli advisor Rothschild e Mediobanca sarebbero arrivate le offerte di A2A, Iren, Dolimiti Energia, Cva, del tandem Alperia-Ascopiave e, quasi a sorpresa, di Enel che sarebbe interessata a partecipare in cordata con Infracapital. Come detto, nella partita sono presenti anche gruppi energetici internazionali tra cui spiccano Engie, Total, i cechi di Eph e il gruppo idroelettrico norvegese Statkraft. Accanto a questi player industriali, però, nelle ultime ore si sarebbero fatti avanti anche alcuni investitori finanziari tra cui spiccano Aquila Capital e Credit Suisse Energy Infrastructure Partners, ora rinominato Energy Infrastructure Partners. Nelle prossime settimane, secondo quanto appreso, il management dovrebbe stilare la lista degli ammessi alla fase successiva della gara, in seguito alla quale sarà aperta la data room. Un lavoro non semplice considerando il numero degli attori interessati e anche lo specifico interesse verso gli asset. Si prediligerà un processo di vendita che valorizzi l' intero pacchetto o si sceglierà di proseguire su un doppio binario? La risposta non è così immediata perché dipenderà evidentemente dalla struttura delle offerte che arriveranno. Tra gli attori c' è, infatti, chi sembra interessato a entrambi gli asset come è possibile siano A2A, Iren, Eph ed Engie, mentre altri come Total, Alperia-Ascopiave, Cva e Statkraft sarebbero maggiormente orientati a presentare un' offerta solo sull' idroelettrico. Secondo stime di mercato già riportate da questo giornale il 19 dicembre 2020 e il 9 e 26 marzo 2021, il controvalore per l' intera posta potrebbe aggirarsi intorno al miliardo di euro. Il nucleo Erg Hydro (mol rettificato al 2020 di 81 milioni di euro), spalmato tra Umbria, Lazio e Marche, è costituito da un complesso di 19 centrali, 7 dighe, 3 serbatoi e una stazione di pompaggio per una potenza complessiva di 527 Mw. L' asset gas è invece costituito da un impianto di cogenerazione, con una capacità installata di 480 Mw che alimenta gli impianti industriali del sito di Priolo Gargallo (Siracusa) e che ha registrato nel 2020 un magine operativo lordo rettificato di 67 milioni. (riproduzione riservata)

NICOLA CAROSIELLI