AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
16/06/2021 - IL RESTO DEL CARLINO (ED. PESARO)
Urbinelli: «Aset deve restare tutta pubblica»

Colli al Metauro, il portavoce del circolo Fratelli d' Italia 'Metauro Tricolore' si schiera in maniera netta e attacca la minoranza
COLLI AL METAURO Alessandro Urbinelli, portavoce del circolo Fratelli d' Italia 'Metauro Tricolore', si schiera in maniera netta a favore di un' Aset completamente pubblica e attacca la minoranza di Colli al Metauro che nell' ultimo consiglio ha votato contro la mozione presentata e approvata dalla maggioranza (formata da Stefano Aguzzi nel 2017) che andava in questo senso. Nello specifico, l' atto d' indirizzo impegna ad affermare che «Aset deve rimanere interamente pubblica e a proporre modifiche statutarie volte a valorizzare il principio della prevalenza dell' interesse pubblico, rinunciando alla redistribuzione degli utili aziendali, privilegiando interventi volti all' abbattimento delle tariffe all' utenza e all' ottimizzazione del servizio». Su tale atto il gruppo 'Vivi il tuo territorio' guidato da Michela Ubaldi ha votato 'no' «per la tempistica con cui la mozione è stata sottoposta ai consiglieri di minoranza, che non sono stati posti nelle condizioni di esaminare ed esprimersi sul merito». «Mentre torna di nuovo alla ribalta l' ipotesi di fusione per incorporazione di Aset in Marche Multiservizi - afferma Urbinelli -, la maggioranza di Colli al Metauro ha presentato in consiglio una mozione dal titolo 'Aset pubblica: qualità del servizio e riduzione delle tariffe'. I cui contenuti vanno nella direzione da sempre auspicata da FdI, ossia: Aset pubblica e più vicina ai cittadini. Sconcertante il fatto che la minoranza Pd abbia bocciato l' atto, nascondendosi dietro ad una banale scusa legata alle tempistiche con cui la mozione è stata proposta. Noi ci chiediamo: com' è possibile non avere una posizione politica riguardo alla vendita di Aset? Sono anni che se ne parla e negli ultimi mesi la questione è tornata fortemente alla ribalta con il presidente della provincia del Pd Paolini, che in tutti i modi cerca di far inglobare Aset da Marche Multiservizi». «Nonostante questo - incalza il responsabile di FdI - il Partito Democratico di Colli al Metauro dice di non avere una posizione e di non poter rispondere in consiglio comunale. In realtà il Pd ha tolto la maschera anche a Colli. Da sempre i suoi interessi sono rivolti alla privatizzazione e alla vendita di Aset. Probabilmente, prima di esprimersi in consiglio comunale il Pd locale dovrà rivolgersi ai suoi capi di partito, che come al solito indicheranno la strada da seguire, ossia perseguire i loro esclusivi interesse di parte». s.fr.