AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
28/07/2021 - MESSAGGERO VENETO
No al terzo distributore di metano Hera farà la turbina di Malignani

la decisione
A realizzare la centralina idroelettrica ideata da Arturo Malignani sarà Hera spa. Addio quindi al terzo distributore di metano che la società si era impegnata a costruire nell' ambito dell' accordo di incorporazione con Amga.La sostituzione è stata confermata ieri dalla giunta che ha approvato la delibera portata dall' assessore al Bilancio e alle Partecipate, Francesca Laudicina. Hera, in collaborazione con il Consorzio di bonifica pianura friulana, dovrà completare l' opera entro il 30 giugno 2023 con un investimento massimo di 250 mila euro.Il Comune ha quindi stabilito di optare per la realizzazione, a scopo didattico, di una riproduzione funzionante della centralina idroelettrica a servizio dell' antica officina Malignani, da realizzarsi lungo il percorso della Roggia di Largo delle Grazie sulle base delle modifiche tecnico-progettuali apportate per rendere meno impattante il progetto come aveva evidenziato il sindaco Pietro Fontanini dopo la preoccupazione espressa da molti sull' impatto ambientale dell' opera. «Quella che andremo a riprodurre in memoria del grande Arturo Malignani - aveva chiarito il sindaco - non è la turbina a vite che presenta effettivamente dimensioni sproporzionate e stridenti rispetto al luogo in cui andrebbe posta, ma la ben più piccola e meno impattante turbina a elica, il cui progetto è stato recentemente ritrovato nell' archivio del genio friulano e che permetterà di produrre una dose simbolica di energia offrendo un' occasione per studiare dal vivo le leggi fisiche utilizzate e per ricordare una delle pagine più importanti della storia della nostra città in tempo di pace e uno dei suoi più puri talenti. Vogliamo una sorta di monumento rispettoso della natura che potrà essere visitato dagli studenti e che vuole essere un tributo alla genialità e alla concretezza che da sempre caratterizzano il nostro popolo». --C.RI.

C.RI.