AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
14/10/2021 - LA PROVINCIA PAVESE
«L' abbiamo fatta fuori» Dalle intercettazioni gli incontri e le trattative per favorire o eliminare

Nel mirino della presidente di Vendita e Servizi c' era prima di tutte la candidata Elisa Gamalerio, la compagna del dg Piero Mognaschi
le intercettazioniVOGHERA«Uno siamo riusciti a salvarlo e uno no». La componente della commissione del concorso parla con un interlocutore dell' aggiustamento dei punteggi per far rientrare in graduatoria due candidati che all' esito delle prove erano stati esclusi. È una delle decine di intercettazioni che compaiono nelle carte dell' accusa e che, secondo la procura, svelano il sistema dei concorsi truccati. Pressioni che sarebbero cominciate già nella fase di individuazione della commissione.i referenti politiciA luglio del 2019 l' allora presidente di Asm Vendita e Servizi Monica Sissinio si affida a Lazzati, che è presidente di Federmanager Pavia, per trovare il presidente della commissione. Ma per avere l' approvazione sull' iter chiama anche Giampiero Rocca, all' epoca coordinatore cittadino di Forza Italia, chiedendogli se vuole partecipare all' incontro per individuare il nome. «Oggi alle tre e mezza vedo quella persona in ufficio, vuole esserci o no?», chiede la Sissinio a Rocca. L' interlocutore dice che non può essere presente all' incontro e la Sissinio gli garantisce che gli «farà sapere». Nel giro di pochi giorni il presidente viene individuato. Da qui, per l' accusa, gli sforzi sono tutti tesi a creare le condizioni per escludere la candidata Elisa Gamalerio, con cui la Sissinio è in forte contrasto, perché legata all' altro suo avversario, il direttore generale di Asm Voghera Piero Mognaschi. Per raggiungere lo scopo, secondo l' ordinanza firmata dal giudice Luigi Riganti, Sissinio inizia a indirizzare i componenti della commissione prima e dopo la prova, che si svolge il 27 novembre del 2019 a Voghera, nella sala Zonca. i candidati da salvareDue candidati sono esclusi dalla graduatoria provvisoria. Uno è Riccardo Politi. Quando il padre viene a sapere dell' esito della prova si moltiplicano i contatti, prima tra Spagoni e Lazzati: «Ti parlo un po' a monosillabi, ma poi tu comprendi... c' è un problemino da risolvere». Per risolvere il "problemino" il giorno successivo Sissinio, Spagoni e Laura Anselmi si incontrano, senza sapere che la loro conversazione è registrata da una "cimice". Si parla dei candidati fuori graduatoria, «Silvia e Ricky», e del modo di farli rientrare tra i vincitori. Sembra esserci disponibilità a trovare una soluzione. E infatti, pochi giorni dopo, la Bruni parlando al telefono con il compagno dice: «Abbiamo riguardato tutti i punteggi. Uno siamo riusciti a salvarlo e uno no, mi sembra una buona mediazione». Alla domanda: «Quindi la stronza è fuori?», riferendosi alla Gamalerio, la Bruni risponde: «La stronza è fuori. Era il nostro obiettivo, però c' erano due che erano bravi e che erano da salvare, però uno era insalvabile». L' altro invece, aggiunge, «siamo riusciti a mettere un voto in più all' orale e a farlo passare». Silvia Zamboni è dentro, Politi, sponsorizzato da Rocca, resta invece fuori, ma nelle intercettazioni successive sembra si possa trovare una soluzione anche per lui. A gennaio in una telefonata con Rocca la Sissinio annuncia la decisione di convocare un Cda per deliberare l' assunzione di un esperto per la fatturazione. Alla fine Politi è assunto. --